Audi Sport Club Forum   AICS  

Torna indietro   Audi Sport Club Forum > Burocrazia e Legge > Sicurezza Stradale
Registrazione FAQ Lista utenti Calendario Cerca I messaggi di oggi Segna forums come letti

Rispondi
 
Strumenti discussione Modalità visualizzazione
Vecchio 22-12-2010, 14.27.35   #101
Gorevolution
Direttivo
 
L'avatar di Gorevolution
 
Data registrazione: 27-01-2010
Messaggi: 13,363
Provincia: Bologna
Auto: Audi A4 B5 1.9 TDI quattro
Citazione:
Originalmente inviato da Ermanno Visualizza messaggio
Quello su cui ci fanno “Un mazzo tanto”.. è la predisposizione mentale a monte di questo.. nessuna invidia, gelosia e nessuna “prima donna”: questo secondo me, forma anche il carattere e riscontra positivamente nei rapporti interpersonali quotidiani
questo insegnamento sarebbe fondamentale per tutti gli individui
__________________
A4 B5 1.9 TDI 110 CV quattro 189mila km AFN
venduta: A4 B5 1.8T 150 CV quattro Avant GPL (motore AEB) '99 344mila km
http://www.audisportclub.com/forum/image.php?type=sigpic&userid=5051&dateline=1268248  333
Gorevolution non è connesso   Rispondi citando
Vecchio 22-12-2010, 15.52.31   #102
andrea85
 
Data registrazione: 20-05-2009
Messaggi: 696
Provincia: Frosinone
Auto: audi A3 sportback 2.0
Invia un messaggio via MSN a andrea85 Manda un messaggio tramite Skype™ a andrea85
Citazione:
Originalmente inviato da Ermanno Visualizza messaggio

Ciao Andrea.. questo ti è di maggior conforto?
Fidati.. io fossi al posto tuo, me la farei sotto a prestar servizio a To. P.N. come fai tu..
ermanno scusami mi sono fatto capire male io...
lavoro a novara..solo che facendo le scorte sui treni mi capita spesso di arrivare a torino p. n.
__________________
audi A3 sportback 2.0 tdi 140cv ambition 07/05 una sola parola SPETTACOLARE...
andrea85 non è connesso   Rispondi citando
Vecchio 22-12-2010, 16.47.50   #103
kex
 
L'avatar di kex
 
Data registrazione: 24-10-2009
Messaggi: 1,572
Provincia: Cosenza
Auto: A4 Avant Sline B7 Mtronic
Ermanno volevo porti un quesito un pò "spinoso" che solo in apparenza può sembrare banale.
E' evidente che pur essendo di alta specializzazione, il tuo diventa in alcuni casi un lavoro di routine... e mi spiego, tu fai il tuo lavoro al massimo della professionalit* e qualit*, ma credo che devi aver superato lo stress del "trasporto di vite" altrimenti saresti praticamente cotto ad ogni volo.
Ciò non toglie che la responsabilit* rimane altissime e la tua concentrazione deve essere sempre massima, finito il panegirico ecco la domanda...
Sei comunque un dipendente e come tale credo che come tanti noi, subisci qualche volta un capo diciamo così: non professionalmente al massimo delle sue capacit*....
Nel mio lavoro posso anche essere inxxxxto e portarlo a compimento anche un pò svogliatamente ma tu????
Fate anche dei corsi (e ti prego di non sorridere), per mantenere la calma in situazioni come queste la cui gestione non dipende direttamente da te???
Se la risposta fosse positiva ti chiederò di indirizzarmi verso di loro
Grazie

Ultima modifica di kex : 22-12-2010 alle ore 17.53.06.
kex non è connesso   Rispondi citando
Vecchio 22-12-2010, 19.56.29   #104
Diego RS2
Direttivo
 
L'avatar di Diego RS2
 
Data registrazione: 10-04-2007
Messaggi: 8,882
Provincia: Udine
Auto: Yamaha R1 - US Marine Arriva 2452
conoscendo vari piloti... mi viene da sorridere alla frase "trasporto di vite" Sono stato in cabina un paio di volte anni fa e, specialmente per chi fa sempre le stesse rotte, è come guidare l'autobus...
__________________
Se gommo tiene io oggi vince gara... se gommo no tiene io come bomba dentro montagna!

Markku Allen




Diego RS2 non è connesso   Rispondi citando
Vecchio 22-12-2010, 23.52.38   #105
Ermanno
 
L'avatar di Ermanno
 
Data registrazione: 10-09-2010
Messaggi: 57
Provincia: Torino
Auto: A6
Citazione:
Originalmente inviato da andrea85 Visualizza messaggio
ermanno scusami mi sono fatto capire male io...
lavoro a novara..solo che facendo le scorte sui treni mi capita spesso di arrivare a torino p. n.
Ci mancherebbe.. scusami tu.. mi sono espresso male io. Ho capito che vieni a To. P.N. solo saltuariamente,pensavo però vi rimanessi un po'. Infatti intendevo dire che se hai il coraggio di prestare servizio lì.. volare in confronto è una passeggiata.. se poi mi dici che fai servizio di scorta ne sono ancora più convinto.. Il tuo è un lavoro tutt'altro che tranquillo.. Complimenti Andrea..

---------- Post added at 23.29.56 ---------- Previous post was at 23.28.00 ----------

Citazione:
Originalmente inviato da Diego RS2 Visualizza messaggio
conoscendo vari piloti... mi viene da sorridere alla frase "trasporto di vite" Sono stato in cabina un paio di volte anni fa e, specialmente per chi fa sempre le stesse rotte, è come guidare l'autobus...
Ciao Diego,
Hai centrato!! Il punto è proprio questo: automatizzare le azioni. Compiendole continuamente diventa routine.. o quasi..
L’essenziale, come in automobile, è rispettare sempre procedure e norme di sicurezza, sin tanto che al suo intervenire, ”l’automatizzazione “procede su basi corrette. (i famosi frame)
Beninteso, nulla è sempre routine, l’imprevisto è all’ordine del giorno, ma una corretta preparazione “mentale” e procedurale, pone il pilota nella condizione di affrontarla come se lo fosse.

Guidare un autobus, al pari di un’automobile, comporta, in caso di imprevisto, il dover valutare, decidere ed agire in tempi assai più esigui rispetto a quelli che normalmente ha a disposizione un pilota al comando dell’ aeromobile. Pertanto, una buona preparazione ed il “guidare avanti” ,è fondamentale ai fini dell’innalzamento del livello di sicurezza anche alla guida di un'auto..

---------- Post added at 23.32.55 ---------- Previous post was at 23.29.56 ----------

Citazione:
Originalmente inviato da kex Visualizza messaggio
Ermanno volevo porti un quesito un pò "spinoso" che solo in apparenza può sembrare banale.
E' evidente che pur essendo di alta specializzazione, il tuo diventa in alcuni casi un lavoro di routine... e mi spiego, tu fai il tuo lavoro al massimo della professionalit* e qualit*, ma credo che devi aver superato lo stress del "trasporto di vite" altrimenti saresti praticamente cotto ad ogni volo.
Ciò non toglie che la responsabilit* rimane altissime e la tua concentrazione deve essere sempre massima, finito il panegirico ecco la domanda...
Sei comunque un dipendente e come tale credo che come tanti noi, subisci qualche volta un capo diciamo così: non professionalmente al massimo delle sue capacit*....
Nel mio lavoro posso anche essere inxxxxto e portarlo a compimento anche un pò svogliatamente ma tu????
Fate anche dei corsi (e ti prego di non sorridere), per mantenere la calma in situazioni come queste la cui gestione non dipende direttamente da te???
Se la risposta fosse positiva ti chiederò di indirizzarmi verso di loro
Grazie
Kex, ti ringrazio degli elogi.. ma so di non meritarli; mi hanno semplicemente “automatizzato” in questo modo..

Non sorrido assolutamente per ciò che mi chiedi, anzi, quello di cui parli è di importanza basilare anche nella mia attivit* e dalla tua domanda traspare il tuo senso di responsabilit* nell’affrontare i compiti quotidiani. Ti comprendo poiché so che molti cosiddetti “capi” sono totalmente incapaci di valutare ed incentivare le risorse umane.

Vedi, è , come ripeto sempre, solamente una questione di abitudine e priorit*. Mi spiego meglio anche se in maniera poco tecnica:
io volo come dipendente di diverse compagnie. Complice la crisi, anche noi abbiamo le nostre agenzie “inerinali”..e questa situazione (anche economica) mi fa inxxxxxxe e diventar verde come Hulk!!
Arrotondo con l’attivit* che amo di più: insegnare (e spero che diventi presto la mia attivit* principale).

Tuttavia questo stato d’animo, non influisce sulla mia condotta di volo per due motivi: innanzitutto, ritenerla più importante è abitudine acquisita, inoltre, il carico di lavoro è tale che non lascia spazio ad altri pensieri.
Ti è mai accaduto di avere un problema personale urgente di cui occuparti? Hai “staccato” dal lavoro e spento il telefonino in quell’occasione? Bene, quando sei al comando di un aeromobile avviene all’incirca la stessa cosa. Se però il problema è davvero assillante, abbiamo l’obbligo di comunicarlo e se ritenuto opportuno,veniamo esonerati dall’incarico.

Purtroppo non c’è corso che tenga.. è questione di assimilare il concetto con l’andar del tempo e con l’esperienza. I corsi servono per apprendere il criterio.

Pertanto, qualunque attivit* si svolga in un determinato momento, per svolgerla al meglio, senza “distrazioni” la si deve considerare prioritaria.

Poi considera che, il nostro è un lavoro “di squadra” detto in maniera semplicistica.(il discorso è più complesso ma è troppo O.T.) Quindi, anche i “capi”, sono sensibili all’argomento: favoriscono la comunicazione ed ogni incomprensione è immediatamente chiarita.

Per quanto riguarda i corsi, purtroppo vi è sensibilit* a riguardo del “fattore umano” quasi unicamente nel settore areonautico, al punto tale da coinvolgere anche il personale di terra ed i tecnici manutentori: per esempio Il Maintenance Resource Management (M.R.M.) è un metodo applicato per lo studio del fattore umano nel campo della manutenzione.

Non saprei dove indirizzarti, ma svolgerò una ricerca.
Indicami soltanto la provincia in cui ti farebbe comodo frequentare.
Nel frattempo, potrei consigliarti un libro: “Fattore umano in aviazione” (Maurizio Viola, Eugenio Vecchione -Collana Icaro moderno). Personalmente non l’ho letto, ma ne ho sentito parlare bene.

---------- Post added at 23.52.38 ---------- Previous post was at 23.32.55 ----------

Citazione:
Originalmente inviato da Gorevolution Visualizza messaggio
questo insegnamento sarebbe fondamentale per tutti gli individui
Ciao Gorevolution, hai ragione.. in una parola lo si potrebbe anche definire "rispetto".. ai tempi nostri sembra passato di moda..
Ermanno non è connesso   Rispondi citando
Vecchio 23-12-2010, 00.35.54   #106
andrea85
 
Data registrazione: 20-05-2009
Messaggi: 696
Provincia: Frosinone
Auto: audi A3 sportback 2.0
Invia un messaggio via MSN a andrea85 Manda un messaggio tramite Skype™ a andrea85
[QUOTE=Ermanno;142323]Ci mancherebbe.. scusami tu.. mi sono espresso male io. Ho capito che vieni a To. P.N. solo saltuariamente,pensavo però vi rimanessi un po'. Infatti intendevo dire che se hai il coraggio di prestare servizio lì.. volare in confronto è una passeggiata.. se poi mi dici che fai servizio di scorta ne sono ancora più convinto.. Il tuo è un lavoro tutt'altro che tranquillo.. Complimenti Andrea..[COLOR="Silver"]

be dai sar* non bello lavorare a Torino pero almeno sto coi piedi per terra
diciamo che noi durante le scorte treno dobbiamo interagire molto con il fattore umano...chiedi i documenti ad uno con la pelle bianca..perche a me..lo chiedi a quello "nero" ( assolutissimamente non in senso razzista)e xke a me solo xke sono....quindi devi controllare il tuo fattore umano e cercare di far capire che sul treno i "colori" quelli sono e quelli fermo..pero ragazzi credetemi non è affatto facile..poi il bello ( mi viene questo paragone hihih) capita sul treno di scaricare un bagaglio in volo dal cargo di ermanno quando sono TROPPO non in regola e non abbiamo modo di lavorare in sicurezza..prima fermata utile..scesa assicurata ahahah
__________________
audi A3 sportback 2.0 tdi 140cv ambition 07/05 una sola parola SPETTACOLARE...
andrea85 non è connesso   Rispondi citando
Vecchio 23-12-2010, 01.06.50   #107
kex
 
L'avatar di kex
 
Data registrazione: 24-10-2009
Messaggi: 1,572
Provincia: Cosenza
Auto: A4 Avant Sline B7 Mtronic
Citazione:
Originalmente inviato da Ermanno Visualizza messaggio
.......

Non saprei dove indirizzarti, ma svolgerò una ricerca.
Indicami soltanto la provincia in cui ti farebbe comodo frequentare.
Nel frattempo, potrei consigliarti un libro: “Fattore umano in aviazione” (Maurizio Viola, Eugenio Vecchione -Collana Icaro moderno). Personalmente non l’ho letto, ma ne ho sentito parlare bene.[COLOR="Silver"]
Ermanno grazie per la risposta...Indubbiamente lo scarico della mente diventa basilare in un lavoro come il tuo e non potrebbe essere altrimenti.
Mi piacerebbe frequentare tanti corsi ma.... il tempo non me lo permetter* fino alla pensione in realt* era una affermazione più sarcastica che altro (cercherò comunque il libro e ne trarrò sicuramente buoni consigli),
sono un responsabile tecnico in Rai ed in questi periodi se ne vedono di tutti i colori anche da me.
La nostra preoccupazione è quella che poi avete vissuto voi l'anno scorso, tutto v* bene fino a quando serve poi di colpo, tutto è una tragedia e bisogna fare qualcosa, e con voi è stato un bel casino....e chiudo qui scusandomi per l' OT

Ultima modifica di kex : 23-12-2010 alle ore 01.08.53.
kex non è connesso   Rispondi citando
Vecchio 23-12-2010, 14.22.28   #108
Brainlink
 
L'avatar di Brainlink
 
Data registrazione: 23-11-2010
Messaggi: 171
Provincia: Cremona
Auto: Audi A6 Quattro 4.2 V8 4B
Il fattore umano penso sia applicabile in pratica a tutti i livelli ed in tutti gli ambiti lavorativi, ma anche nella vita sociale a volte ha un peso non indifferente, basti pensare alla toyota che nella prius ha dovuto "applicare" un rumore all'auto quando marcia solo elettrica perchè c'era un'incidenza nell'investire i pedoni troppo marcata..... assurdo ma vero.
__________________
Audi A6/S6 4.2 V8 e la mia piccolina Kawa 636 pronto pista, i miei gioielli.
Brainlink non è connesso   Rispondi citando
Vecchio 08-01-2011, 18.07.53   #109
robpe
 
L'avatar di robpe
 
Data registrazione: 18-02-2009
Messaggi: 457
Provincia: Asti
Auto: Ur-Allroad 2.7 T
Ho appena finito di leggere tutte le 8 pagine di discussione e devo dire che sono state una interessante lettura. A parte le ovvie considerazioni sul numero di auto blu e sulla, purtroppo, scarsit* di organico delle F.d.O., le mie considerazioni sono le seguenti:
principale causa degli incidenti, siano questi automobilistici o di altro genere, è l’uomo. Con la tecnologia si è riusciti a rendere quasi del tutto perfetti i mezzi meccanici, adesso si deve lavorare sull’uomo. La via da percorrere è quella della formazione e dell’informazione…la conoscenza limita le possibilit* di evento imprevisto che, quasi sempre, è il primo anello della catena di eventi che porta poi all’incidente. Senza arrivare agli estremi del Furio di Carlo Verdone, penso che sarebbe necessario avere almeno un’idea delle condizioni meteorologiche cui si va incontro prima di affrontare un viaggio, magari lungo, e verificare se la propria vettura è in condizioni di affrontarlo in sicurezza…quanti controllano regolarmente spessore battistrada e pressione pneumatici? L’olio? Il liquido di raffreddamento? La sicurezza stradale dipende anche da un mezzo in efficienza, oltre che dal conducente. Purtroppo, a causa dei costi proibitivi, non è possibile utilizzare dei simulatori di guida durante la fase istruzionale…come Tommy ha scritto, si prende la patente e poi si impara a guidare…se questa poteva essere una prassi accettabile 30 o 40 anni fa, oggi non lo è di sicuro; per questo dovrebbero essere rivisti i programmi di istruzione delle scuole guida con l’inserimento di sessioni di addestramento riguardo i comportamenti su autostrade e strade a scorrimento veloce. Una ultima considerazione sul paragone aeronautico-automobilistico: in volo si è in due e le cose si fanno solo se si è entrambi consenzienti….alla guida siamo da soli e con tempi di intervento ridottissimi…motivo di più per il quale dobbiamo essere molto più concentrati su quello che stiamo facendo!
robpe non è connesso   Rispondi citando
Vecchio 12-01-2011, 01.11.54   #110
Ermanno
 
L'avatar di Ermanno
 
Data registrazione: 10-09-2010
Messaggi: 57
Provincia: Torino
Auto: A6
Ciao Robpe, come hai potuto leggere in queste pagine, non sono il solo che concorda con te ogni considerazione.
Lavorare sul fattore umano è fondamentale, anche se sappiamo perfettamente che non si tratta di nozioni di poche ore e che tantomeno gli istruttori di scuola guida sono attualmente preparati in tal senso.
Tuttavia, senza fornirgli a monte una preparazione “mentale” adeguata, è inutile ogni nozione tecnica impartita all’allievo. Personalmente credo che il passo più importante sia quello di trasmettere un certo tipo di logica nell’apprendimento, fondamento dell’apprendimento stesso.

Al pari tuo ritengo ingiustificati, considerando l’esiguo costo dell’ora di guida di un’auto a dispetto di un aeromobile, simulatori o anche solo addestratori.

Chiedo scusa per questo breve O.T. : Anche il mondo aeronautico non è esente da “difetti”.. per esempio “in volo si è in due e le cose si fanno solo se si è entrambi consenzienti…. “ come tu dici, purtroppo è prerogativa di AZ e poche altre.. sei molto fortunato a riscontrare ciò.. e lo dico davvero con sincerit* e con una puntina di invidia..
“Altrove” ci si attiene alle norme JAR- OPS1 che menzionano responsabile del volo unicamente il povero "Commander”.
Ho trovato all'estero compagnie dove il primo ufficiale (anche se proveniente da altre compagnie con il grado di comandante e regolarmente registrato all’albo) non solo di norma non riveste autorit* decisionale, ma ha all’attivo,in quella compagnia, solo una manciata di ore “as P.I.C.” o PICUS, spesso unicamente in volo livellato e migliaia di ore di radiofonia.

Tornando in argomento, è vero che alla guida di un’auto i tempi di reazione sono ridottissimi, pertanto, al pari tuo, ritengo che una buona preparazione ed un abituale piccolo “briefing” prima di mettersi alla guida, siano fondamentali.
Temo che non si riscontreranno cambiamenti radicali a breve termine, ma come gi* sottolineavano Gianluca ed altri in questo topic, l’educazione “stradale” dovrebbe iniziare nelle scuole, essere efficacemente proposta dai media e dall’esempio dei genitori, per far si che non solo passati gli “anta” o al primo pargolo, si metta giudizio.
Ermanno non è connesso   Rispondi citando
Rispondi


Utenti attualmente attivi che stanno leggendo questa discussione: 1 (0 utenti e 1 visitatori)
 
Strumenti discussione
Modalità visualizzazione

Regole di scrittura
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato

Vai al forum

Sponsors
Gold
Carrozzeria Riva
 
Pit Stop
Google Ads

Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 08.24.43.


Powered by vBulletin versione 3.8.5
Copyright ©2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.